Travel Dreams 2018

Bene ma non benissimo.
Con questa originale introduzione mi sto riferendo ai miei Travel Dreams del 2017. Bene perché, effettivamente, alcuni obiettivi sono stati centrati; non benissimo perché altri sono stati cambiati in corso d’opera o non sono stati proprio nemmeno presi in considerazione.

Travel Dream 2017: il consuntivo

Ho visitato Mantova. Era più o meno mezzo secolo che volevo vedere la città di Virgilio e finalmente ci sono riuscito. Se vi servono info, dritte o consigli di vario genere, potete trovarli su questo articolo: Un weekend lungo a Mantova.

Piazza delle Erbe - photo credit @Marco Lovisolo
Piazza delle Erbe – photo credit @Marco Lovisolo

Le vacanzone 2017 le ho trascorse in Grecia continentale. Un trionfo di siti archeologici, opere d’arte, mare e cibo. Potete trovare il resoconto e una serie di utili informazioni ai seguenti link:

Grecia on the road

Grecia On the Road

Grecia On the Road

Per chi se lo stesse chiedendo: sì, ho girato per le rovine di Sparta, urlando ad alta voce: «Io sono Leonida e questa è… SPARTAAAAAAAAAAAAAA!»
«Muoviti con quel passeggino…» Questa è stata la risposta di mia moglie. Anche i grandi eroi devono misurarsi con la vita quotidiana.

Dolenti note: la città europea che avrei voluto visitare in primavera è passata allegramente in cavalleria. Non ho nemmeno fatto finta di prenotare un volo. Quanto alla Jamaica, prevista per le imminenti vacanze natalizie… ehm, come dirvi? Ho cambiato piano. Un viaggio lo farò lo stesso, ma molto più vicino: in Sicilia. Un bel giro della zona del barocco (Catania, Siracusa, Scicli, Noto, Ragusa). Lo so che non è proprio lo stesso, ma in fin dei conti sono sempre su un’isola. Al posto del rhum mi ubriacherò con lo zibibbo e invece dei cannoni mi sfonderò di cannoli… alla fine direi che mi è andata pure bene.

Per chi fosse interessato a leggereil resoconto del viaggio, ecco il link:

Sicilia on the road

E adesso, l’elenco (che verrà puntualmente disatteso) dei Travel Dreams 2018.

Travel Dreams 2018: le mete

1) Un paio di weekend “istituzionali” in Val d’Aosta: Torgnon a gennaio e Cogne a febbraio. Ho un arretrato di sciate da smaltire e in quei giorni ho la seria intenzione di consumare le piste. Poi, la sera, per riprendermi sarò costretto a ingollare quei due quintali di zuppa valpellinentze, ma la forma fisica va mantenuta, su questo non transigo. Inoltre devo fare le scorte di foglie di genepy per poter produrre il liquore.

2) La volta scorsa avevo parlato di Mantova e/o Cremona, ma ho visto solo la prima. Direi che la seconda si merita il grande onore di una mia visita. Non so bene quando, ma qualche ponte interessante c’è e cercherò di non farmelo scappare.

3) Io ci riprovo: una città europea. Non dico nemmeno quale, me ne basta una purché sia. Proprio al limite mi accontenterei pure di Chișinău.

4) Vacanzone 2018. Nella veste di travel trainer per mia figlia, ho deciso di rimanere nelle vicinanze: quest’anno la metà sarà l’altra sponda dell’Adriatico. Ho in programma un bel on the road tra Istria, Croazia e Slovenia, con una capatina a Trieste che non ho mai visto (sì, lo so, vergogna, vergogna, massima vergogna). Pola, Rovigno, le isole di Rab e Krk, le grotte di Postumia, Lubiana e Bled: queste, più o meno, le mete che vorrei toccare.

5) Natale 2018. Il training della cucciola deve proseguire, abituandola a voli sempre più lunghi. Ora, lasciamo da parte la Jamaica, ma in quella direzione vedo delle mete interessanti: Lanzarote o Fuerteventura, le Azzorre, Madeira. Uno di questi luoghi vedrà finalmente la realizzazione di un mio sogno: sguazzare nel mare il primo di gennaio, con un cappello da Babbo Natale in testa, completamente ubriaco, augurando a tutti: «Happy New Yeeeeeeeaaaaarrrr!», per poi affogare miseramente in mezzo metro d’acqua.

Travel Dreams 2018: e voi?

Questi sono i miei Travel Dreams 2018. Se qualcuno di voi fortunati lettori volesse lasciare consigli, idee e informazioni pratiche di questi luoghi, sarà la benvenuta/il benvenuto. Se poi vi andasse proprio di parlarne, potete lasciare un commento con i VOSTRI Travel Dreams 2018.

P.S. Se ti è piaciuto questo articolo, ti invito a leggerne altri simili a questa pagina: travel blog.

18 pensieri su “Travel Dreams 2018

      1. Dunque… sedi storiche che vale la pena di farci un giro o prenderci un caffè, in Slovenia sicuramente Capodistria, Isola e Pirano. In Croazia direi Pola. Queste sono quelle che ho visto con i miei occhi.

  1. Io forse ne ho realizzato appena uno dei miei Travel Dreams 2017, quindi sei in buona compagnia. Anzi, non vado nemmeno a controllare perché mi prende male 😉
    La Valle d’Aosta vorrei rivederla anche io, anche perché è proprio dietro l’angolo e non mi viene mai in mente.
    Per le capitali europee ti consiglio Sofia: facile da raggiungere anche con la bimba perché ci arrivi in un paio di ore da Milano, e i costi sono molto più bassi rispetto a tante altre capitali europee.
    Intanto buon Natale 😀

  2. Sono la tua collega numero uno in quanto a traveldreams disattesi! Tanto che ormai ho imparato a prendermi ingiro da sola: tipo l’anno scorso avevo scritto di desiderare un tour dei cassonetti del quartiere o un pellegrinaggio da P.Pio (cosa che purtroppo hanno fatto avverare A TRADIMENTO i miei parenti bastardi).
    In quanto alla Jamaica beh, attento che i cannoli siciliani potrebbero sortire lo stesso effetto dei loro fratelli creoli…e non mi riferisco al fatto che creano dipendenza 😀 😀 😀 In ogni caso imboccallupo per tutto!
    Che ansia devo ancora scrivere i miei!

  3. Ciao Marco 🙂
    Ahah il tuo era proprio lo spirito giusto per visitare Sparta 😉 La Grecia continentale mi incuriosisce, ma non mi sono mai davvero informata. Andrò a leggere.
    Croazia e Slovenia sono state davvero una bella scoperta per me, anche se delle prima ho visitato solo l’Istria. Ci tornerei volentieri!
    Ti auguro di realizzarli tutti o di fare tanti viaggi “non previsti”, a me è (quasi) sempre andata così 🙂
    Buon 2018 😀

    1. Ciao Martina, che posso dirti, a Sparta mi ero calato nella parte. Grazie mille, anche a te auguro successo nei Travel Dreams 2018, ma già che ci siamo anche quelli del 2019,del 2020, del 2021…

  4. Marco spero tu abbia avuto il tempo durante la pausa natalizia di studiare meglio i tuoi dreams 2018, se vuoi dirigere a nord, fammi un fischio ! Per quanto riguarda la Sicilia vorrei segnalarti due luoghi non troppo noti ma ideali per scriverne su un blog 🙂
    Il primo è l’altopiano di Argimusco a poca distanza da Montalbano Elicona: vi troverai spettacolari monoliti di arenaria ma anche una spettacolare visione dell’Etna .
    Il secondo è la Riserva di Cavagrande del Cassibile non lontana da Noto e facilmente raggiungibile seguendo le indicazioni per Avola antica. Troverai uno spettacolare canyon che nasconde dei laghetti e ruscelli presi d’assalto specie in estate. Sul web trovi le info che ti servono per raggiungere entrambi i luoghi.
    In entrambi i casi sono d’obbligo buoni scarponcini da trekking e nella seconda meta anche viveri.

    1. Ciao Rolando e grazie per le tue segnalazioni. Purtroppo sono già tornato dalla Sicilia. Nel mio peregrinare ho visto le indicazioni per la Riserva Cavagrande, ma purtroppo non ci sono andato. Però me lo segno per la prossima volta :o)
      Ciao e Grazie

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.