Croazia on the road

La Croazia è diventata, negli ultimi anni, una delle mete più ambite dai viaggiatori. Il suo litorale, costituito da spiagge rocciose e mare cristallino, attira continuamente frotte di visitatori, provenienti principalmente da Europa centrale e Italia. A dispetto di questo flusso, che in estate raggiunge picchi elevatissimi, è comunque possibile trovare luoghi tranquilli, dove abbinare relax, buon cibo e cultura. In questo primo post dedicato alla Croazia on the road vi fornirò indicazioni su cosa fare e vedere sulla costa settentrionale, in quella zona nota come il Golfo del Quarnaro.

Croazia on the road: l’isola di Krk

L’isola di Krk (Veglia in italiano) è la meta più frequentata di questa zona della Croazia. Krk è facilmente raggiungibile grazie a un ponte che la collega alla terra ferma. Il pedaggio costa 50 kune (circa sette euro).
L’isola è caratterizzata da una vegetazione lussureggiante e il clima è sempre accettabile.

Il centro nevralgico dell’isola è la città omonima, un incantevole borgo di origine romana, perfettamente conservato, tanto che si possono ancora ammirare intere sezioni delle antiche mura.
L’attrazione principale della cittadina è il Kaštel, un’antica fortezza affacciata sul mare. Per chi ne ha voglia, è possibile salire sul campanile per ammirare la città dall’alto.
Nelle immediate vicinanze si può visitare la Cattedrale dell’Assunzione, di origine romanica, fondata sulle antiche terme romane.
Al di là delle luoghi da visitare, Krk rappresenta un’attrazione turistica in sé. Passeggiare per i freschi e ombrosi vicoli acciottolati del centro costituisce uno momento di magico relax. Infatti, nonostante l’enorme afflusso turistico della stagione estiva, si possono ancora trovare angoli isolati e silenziosi, dove sorseggiare un buon bicchiere di vino.

Croazia on the road Krk
I freschi e silenziosi vicoli di Krk

A Krk città ci sono anche alcune spiagge degne di nota, ma vista l’enorme offerta dell’isola io consiglio di provarne altre decisamente più isolate.

Croazia on the road: il sud di Krk

Muovendosi verso sud si può raggiungere la località di Baška, meta molto turistica. Tuttavia chi ha pazienza può attraversare gli anonimi sobborghi periferici per immergersi nella quiete del vecchio centro cinquecentesco. Se cercate un po’ di intimità e buoni ristoranti, questo è il posto che fa per voi.
La spiaggia di Baška ha una forma a mezzaluna ed è costituita da piccoli ciottoli. Il mio consiglio è quello di portarvi dietro delle calzature di plastica da usare per camminare in spiaggia e per fare il bagno.

Nelle immediate vicinanze di Baška, precisamente nella località di Jurandvor, è possibile visitare la piccola e immacolata Chiesa di Santa Lucia. Costruita sulle fondamenta di una villa romana, conserva ancora una lapide con iscrizioni latine.
Jurandvor è un’ottima scelta per chi vuole soggiornare in un luogo silenzioso e tranquillo a poca distanza da spiagge e comodità di vario tipo. In questa piccola località c’è anche uno delle migliori trattorie provate nel corso del viaggio: Bistro Malin (Batomalj 54).

Croazia on the road: le spiagge di Krk

Per trovare un mare davvero incantevole dovrete dirigervi a Vrbnik. Attraversate il centro abitato, salite per una stradina improbabile e raggiungete Plaža Kozica. In termini di servizi non aspettatevi nulla, se non di pagare ben quattro euro per un parcheggio. In compenso il mare è di una purezza cristallina, pulitissimo e trasparente. Per far fronte al caldo micidiale che troverete sulla spiaggia di ciottoli potete organizzarvi in autonomia (portandovi dietro un ombrellone) oppure arrivare molto presto al mattino e accaparrarvi i pochi posti all’ombra delle rocce.

Croazia on the road Vrbnik
Il mare cristallino di Vrbnik

Krk offre anche delle interessanti visite nelle località di Punat con il suo celebre monastero francescano e Malinska.

Per andarsene da Krk si può ripercorrere la strada al contrario e riattraversare il ponte a pedaggio, oppure prendere uno dei numerosi traghetti che partono dal principale porto dell’isola: Valbiska.
Il traghetto rappresenta una scelta davvero eccellente per muoversi tra le isole: comodi, puliti e molto rapidi nelle operazioni di carico e scarico. Grazie alla compagnia navale Jadrolinija da Krk è possibile raggiungere agevolmente le isole di Rab e Cres.
Al seguente link puoi trovare orari e prezzi: Jadrolinija.

Croazia on the road: l’isola di Rab

Rab (in italiano Arbe) è l’altra grande meta delle isole del Quarnaro ed è una tappa imperdibile di un viaggio in Croazia on the road. Come nel caso di Krk, il centro dell’isola si trova nella cittadina omonima, anch’essa di origine romana. Concentrata su una strettissima penisola, è un intrico di piccoli vicoli pullulanti di edifici antichi. Il paesaggio è profondamente segnato da quattro eleganti campanili che svettano sulle abitazioni circostanti. Nell’angolo a nord ovest c’è un minuscolo cortile dal quale parte una scala in pietra che conduce a un suggestivo punto panoramico. Il luogo non è ben segnalato, quindi dovrete cercarlo con attenzione e chiedere in giro. Garantisco che la fatica verrà ripagata dalla vista.

Croazia on the road Rab città
I quattro eleganti campanili di Rab

In città ci sono alcuni posti in cui fare il bagno. Non ci sono spiagge, ma solo piattaforme di cemento sulle quali stendere gli asciugamani. Il mare circostante è di un azzurro impagabile e il panorama della città visto dall’acqua è semplicemente fantastico.

Infine, la parte antica della città confina con un enorme parco pieno di alberi e incredibilmente fresco. Vi consiglio di comprarvi qualcosa da mangiare e fare un picnic in una delle numerose zone tranquille e isolate.

Croazia on the road: la penisola di Lopar

Se invece siete in cerca di spiagge più classiche, il posto più adatto è la penisola di Lopar, nella zona settentrionale dell’isola. Si tratta di uno dei pochi luoghi della costa croata in cui potrete trovare spiagge di sabbia circondate da fresche pinete. La più famosa (e frequentata) è Spiaggia Paradiso, ma se avete a disposizione un’automobile potete liberamente scegliere tra le oltre venti località messe a disposizione da questo angolo di Rab. Lungo la strada potete comprare dell’ottimo cibo in una delle numerose e ottime panetterie.

La costa orientale dell’isola è una zona decisamente meno turistica, ma molto affascinante, costituita da minuscole spiagge di sassi contornate da acque pulitissime. Sull’estremità di questa costa, precisamente nella località di Misnjak, potete trovare l’imbarco per i traghetti che vi condurranno sulla terra ferma.

Croazia on the road: Rijeka

Rijeka non è esattamente una meta turistica. Si tratta più che altro di un punto di passaggio, soprattutto per gli italiani che si dirigono verso la costa dalmata e le sue isole. In effetti io non l’avrei inserita nel mio itinerario, se non fosse per un vecchio tarlo che mi porto in testa da tempo: un mio bisnonno era nato proprio qui, in quella che all’epoca era l’italiana Fiume.
In realtà si tratta di una città con la sua buona dose di fascino, il cui centro è stracolmo di antichi palazzi di origine austro-ungarica.

Croazia on the road Rijeka
Palazzo in stile austroungarico a Fiume

Trattandosi, anche in questo caso, di una città di origine romana, è possibile ammirare alcune vestigia di quei tempi, in particolare un Arco che in passato costituiva l’ingresso della città.
Tra i numerosi edifici religiosi, merita sicuramente una visita la Cattedrale di San Vito. La sua originalità risiede nella sua pianta rotonda, retaggio di una chiesa più antica sulle cui fondamenta è stata edificata. Se vi trovate a visitare l’Arco Romano, potete fare due passi in più e ammirare gli interni barocchi di questo piccolo e poco conosciuto gioiello.

Croazia on the road: i dintorni di Rijeka

Su una delle colline circostanti è possibile visitare il piccolo castello di Trsat. Si tratta di una piccola fortezza diroccata che nel corso dell’estate ospita eventi culturali quali mostre e concerti. Dall’alto di questa collina è possibile ammirare un panorama della città che presenta inaspettati squarci di verde. In lontananza, nei giorni tersi, si può vedere il profilo di Krk.

Rijeka mette a disposizione dei viaggiatori anche delle spiagge ben attrezzate e facilmente raggiungibili con i mezzo pubblici che attraversano una delle arterie principali della città: la Riva. Gli autobus che si possono utilizzare sono l’1 e il 2 e le spiagge più belle sono Glavanovo e Pecine a sud e Igraliste a nord.

Croazia on the road: conclusioni

Il mio viaggio in Croazia on the road proseguirà in un prossimo post, dove parlerò dettagliatamente dell’Istria.

Ti è piaciuto quello che hai letto? Sul blog puoi trovare molti altri articoli simili a questo. Comincia da qui: travel blog.

4 pensieri su “Croazia on the road

  1. Mi rendo conto di quanto poco sia riuscita a vedere io in una settimana in Croazia. Praticamente niente, a parte l’isola di Brac (c’è da dire che però è un’isola davvero bella, quindi…)
    Non mi dispiacerebbe fare un bel viaggio on the road in bassa stagione: dici che è un mortorio tremendo o qualche ristorante/albergo aperto si trova?

    1. Marco Lovisolo

      Secondo me fuori stagione è molto meglio! In Luglio, quando ci sono andato io, c’era un casino di gente. Io credo che i periodi ideali siano giugno e settembre.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.