Corsica on the road

Corsica on the road, uno dei viaggi più “selvaggi” e divertenti che si possano fare nel Mediterraneo. La commistione di Italia e Francia ha dato vita a un luogo suggestivo e incantevole.

La Corsica, infatti, pur essendo una meta “dietro l’angolo”, è in grado di riservare numerose esperienze ai viaggiatori disposti a uscire dal classico cliché sole-mare-spiaggia. In questo post ti fornisco una serie di utili informazioni per visitare la Corsica in auto.

Come arrivare in Corsica

Il mezzo migliore per raggiungere la Corsica è il traghetto. In questo modo è possibile imbarcare la propria auto e visitare la Corsica in totale indipendenza. Personalmente mi sono trovato molto bene con i traghetti di Corsica Ferries. Le partenze sono ben scaglionate, le operazioni di imbarco e sbarco molto rapide. A bordo le cabine sono comode e pulite e, per chi ha intenzione di mangiare, ci sono degli ottimi ristoranti.

Prenotando con largo anticipo, si può usufruire di interessanti sconti e promozioni, disponibili direttamente sul sito web della compagnia di navigazione.

Un’altra ottima compagnia di traghetti per la Corsica è Moby Lines, con partenze da Savona, Livorno e Piombino in direzione Bastia. Anche in questo caso, acquistando direttamente sul sito si possono avere sconti interessanti.

Corsica: itinerario in auto

Di seguito puoi vedere la mappa per organizzare un tour di due settimane in Corsica. L’itinerario in auto che ho seguito per il mio viaggio Corsica on the road è un anello che ha Bastia come punto di partenza e arrivo. Tra i luoghi visitati ci sono Ajaccio e dintorni, Calvi, Isola Rossa e l’entroterra della Balagne.

Corsica on the road mappa
Itinerario in auto due settimane in Corsica

Corsica on the road: Bastia e dintorni

La maggior parte dei turisti non degna Bastia nemmeno di un’occhiata. Lascia che te lo dica: si tratta di un errore madornale! Bastia è una città assolutamente imperdibile, con un suo carattere autentico e originale. Il porto è colmo di interessanti locali per l’aperitivo oppure la cena e la parte vecchia della città è un dedalo di vicoli pittoreschi.

Corsica on the road
Le strade di Bastia

Il centro della città è l’enorme Piazza san Nicola, punto di incontro dei cittadini e dei turisti, dalla quale si diramano le strade che conducono a Terra Vecchia (quartiere corso) e a Terra Nova (genovese).

Nelle immediate vicinanze di Bastia ci sono numerose spiagge, la più bella delle quali è la Plage de la Marana, circondata da una fitta pineta.

A sud di Bastia, nell’entroterra, si sviluppa la suggestiva regione della Casinca, dai cui borghi, appollaiati sulle alture, è possibile scorgere le isole dell’arcipelago toscano.

Spostandosi verso ovest, invece, si attraversa il Nebbio. Regione piena di contrasti, trova i suoi punti di forza nella chic Saint Florent e nella ruspante Patrimonio, centro principale della produzione vinicola corsa.

Bastia Corsica spiagge
Spiaggia La Roya Saint Florent

A nord, infine, si stende sul mare il lungo promontorio del Cap Corse, costellato di piccoli gioielli di architettura: Erbalunga, Pietracorbara, Porticciolo, Sisco, Nonza.

Se vuoi avere informazioni dettagliate su Bastia, i dintorni e le spiagge, leggi questo post:

Corsica on the road: Ajaccio e l’ovest

Per raggiungere Ajaccio, partendo da Bastia, bisogna attraversare l’entroterra della Corsica. Lungo il percorso, si può visitare Corte, oggi centro principale del Parc Naturel Régional Corse. In città merita una visita la Cittadella, appollaiata su uno sperone roccioso. Le antiche dimore, affacciate su stradine di ciottoli, rimandano ai tempi in cui questa città svolse un ruolo determinante nella storia della Corsica.

Come si esce dalle foreste del Parc Naturel, la strada comincia il suo percorso in discesa che si ferma solo ad Ajaccio, la Cité Imperial. Ajaccio è la città natale di Napoleone e ogni angolo della città vecchia evoca il ricordo del suo figlio più illustre. In place de Gaulle e place d’Austerlitz si innalzano le statue del Bonaparte mentre il museo Napoléonien ha sede in place Foch. Da vedere la Cittadella, che si sporge sul Golfo, e la Cattedrale di Notre Dame de la Miséricorde.Ajaccio cosa vedereQuesta foto di Ajaccio è offerta da Tripadvisor

Vicino ad Ajaccio ci sono splendide spiagge: Saint Francois, Barbicaja, l’Ariadne, Parata. Le spiagge sono ad accesso libero e costellano la suggestiva strada costiera D111, denominata route de Sanguinaires. Il nome deriva dalle quattro minuscole isole Sanguinares, chiamate così per la colorazione sanguigna che assume il porfido al tramonto. Per nuotare non sono il massimo, ma per una passeggiata serale assolutamente sì.

Isole Sanguinaires Ajaccio
Questa foto delle Iles Sanguinares è tratta da Tripadvisor

Infine, se siete in vacanza con i bambini, non perdetevi una gita all’oasi faunistica A cupulatta, dove sono ospitate ben centoventi tartarughe terrestri e marine provenienti da ogni angolo del mondo. Per saperne di più, clicca sul link seguente.

Calvi e il nord

Il nord è, senza dubbio, la zona della Corsica che preferisco in assoluto. Una spiaggia di sabbia dorata della lunghezza di cinque chilometri è il biglietto da visita di Calvi, capitale della rigogliosa e fertile Balagne. In città è impossibile resistere al fascino della Cittadella medievale, arroccata su un promontorio roccioso e fortificata nel XV secolo con il denaro dei genovesi.

Calvi cosa vedere Questa foto della Cittadella di Calvi è offerta da Tripadvisor

All’interno della Cittadella è bellissimo perdersi tra i vicoli, per scoprire improvvisamente gioielli dell’arte sacra come l’Oratorio di Saint Antoine o la Cattedrale di Saint Jean-Baptiste.

Ile Rousse e l’entroterra

A una manciata di chilometri di distanza sorge la “nemica storica” di Calvi: Ile Rousse, così chiamata a causa dei riflessi rossastri del suo porfido, particolarmente evidenti al tramonto. Ile Rousse ha una storia relativamente recente. Fondata nel 1758 da Pasquale Paoli, padre dell’indipendenza corsa, aveva un unico scopo: fare concorrenza alla “genovese” Calvi, tradizionalmente legata alla Superba. Ile Rousse, ovviamente, non può competere in termini di bellezza con Calvi, ma è dotata di una vitalità spumeggiante, difficilmente riscontrabile in altre località dell’isola.

Isola Rossa Corsica
Questa foto del mercato coperto de Ile Rousse è tratta da Tripadvisor

L’entroterra del nord è il luogo più incantevole che vi potrà capitare di visitare nel corso del vostro tour in macchina della Corsica. La Balagne è una continua sequenza di piccoli e incantevoli borghi: Feliceto, Calenzana, ma soprattutto Pigna e Sant’Antonino. Appena usciti da un qualsiasi centro abitato, vi troverete circondati dal maquis, la tipica vegetazione mediterranea della Corsica. Inoltre da qui, precisamente da Calenzana, parte uno dei sentieri più famosi d’Europa, il celebre GR20. Centottanta chilometri che si snodano attraverso cattedrali di granito, foreste incontaminate, guglie e montagne scolpite dal vento. Un’avventura a due passi dal mare.

Trekking sul GR20 Corsica
Trekking sul GR20 – Corsica

Se siete appassionati di trekking e volete avere informazioni più dettagliate sulla Grand Randonnée 20, consultate il sito ufficiale, cliccando sul seguente link.

Corsica on the road: guide e risorse in rete

La Corsica è un vero scrigno di tesori, che meritano di essere scoperti. Per prepararti al meglio, ti consiglio di leggere una delle seguenti guide:

Corsica on the road Lonely Planet

Lonely Planet – Corsica: Fondali marini limpidi e turchini, coste frastagliate e ricche di cale e porticcioli, il profumo della macchia mediterranea sulle alture. Una guida completa con tutto quello che c’è da sapere sulla Corsica orientale: cosa vedere a Bastia e dintorni, le spiagge più belle, cosa fare la sera.

Corsica on the road National Geographic

National Geographic – Corsica: Tutte le informazioni per visitare e vivere lo straordinario territorio della Corsica orientale. Le spiagge più belle, i percorsi escursionistici, i siti storici. Consigli pratici su cosa fare in Corsica. Inoltre, mappe dettagliate e cartina pieghevole.

Corsica on the road Guide Marco Polo

Guide Marco Polo – Corsica: Tutta la Corsica in tempo reale: siti, blog e forum per scoprirla con un click. Il viaggio dalla A alla Z, con informazioni pratiche puntuali e aggiornate. In più cartina pieghevole.

Tra le risorse gratuite in rete, puoi consultare le seguenti:

Visit-Corsica (in lingua francese)

Toute-la-Corse

Corsica on the road: leggi anche…

Cosa vedere a Bastia e nella Corsica Orientale – La maggior parte dei turisti arriva a Bastia e riparte immediatamente, senza dare a questa città l’opportunità di farsi scoprire. Errore gravissimo, perché Bastia è un diamante grezzo che merita di essere apprezzato. Senza dimenticare gli incantevoli dintorni: il Cap Corse, Saint Florent e la Casinca.

Prima di andartene…

Ho impiegato diverse ore per scrivere questo articolo e spero che ti sia stato utile per organizzare il tuo prossimo viaggio in Corsica on the road. Prima di andartene, potresti lasciarmi un piccolo commento oppure condividerlo sui social?

E a proposito di social network, passa a trovarmi su Facebook o Instagram.

Corsica on the road: itinerario auto Bastia Ajaccio Calvi
Corsica on the road

2 pensieri su “Corsica on the road

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.