Perché scrivere di viaggi

Perché scrivere di viaggi?

Perché scrivere di viaggi? E, d’altra parte, perché leggere letteratura di viaggio?
Domande semplici con risposte altrettanto semplici: perché nella nostra epoca il testo scritto sta per sparire. Volenti o nolenti viviamo in tempi nei quali i social network ci impongono le loro modalità comunicative, che si spingono sempre di più verso le fotografie e i video. Il libro sta per sparire, lasciando ai pixel e alle icone tutto lo spazio conquistato nel corso dei secoli.

Una strada complicata

Il viaggio, ormai, è sublimato nella sua dimensione virtuale che, per ovvie necessità, si mostra sempre perfetta e platonicamente ideale. I luoghi del mondo cessano di essere descritti per mezzo delle parole e convergono verso una massa informe di immagini.

Il libro, per essere apprezzato, richiede tempo. Bisogna leggerlo, valutarlo, ritornare indietro. Richiede studio e riflessione da parte di chi lo scrive e di chi lo legge. Un’immagine, al contrario, è facilmente fruibile: la si guarda, forse per un secondo, e poi si passa alla successiva. Quello che lascia è il nulla o poco più.

Continua a leggere “Perché scrivere di viaggi?”

Narrativa di Viaggio

Elogio della letteratura di viaggio

letteratura di viaggio
I ferri del mestiere

Zitti, zitti, zitti… tanto vi sento anche se non parlate. State dicendo più o meno così:
«Ah, beh, grazie! Hai scritto un libro di viaggi, lo credo bene che adesso stai qui a magnificare la letteratura di viaggio

In effetti non posso darvi torto: cerco di tirare l’acqua al mio mulino. Tuttavia, vorrei allargare il discorso e spiegarvi perché io ritengo la letteratura di viaggio particolarmente importante oggi.
A mio personale avviso la narrativa più autentica è quella che racconta in presa diretta i fatti, le cose, la realtà che ci circonda. Badate bene, NON ho detto la più importante o la più nobile, semplicemente la più “autentica”.
Perché?

Continua a leggere “Elogio della letteratura di viaggio”

Scrittura di viaggio

Perché ho scritto un libro di viaggi?

scrivere un libro
Scrivere e viaggiare

Già: perché? In parte ho già spiegato perché ho scritto un libro di viaggi: mentre ero in giro per il mondo, tenevo i contatti con gli amici esclusivamente via mail. Inizialmente scrivevo racconti delle città, dei monumenti, dei luoghi, insomma facevo il mio bel compitino. Poco alla volta, mentre prendevo confidenza con la parola scritta, ho cominciato a riportare anche sensazioni e piccole vicende quotidiane: i cibi strani che mangiavo, i bus che perdevo e quelli sbagliati su cui salivo, le persone che incontravo, le discussioni surreali fatte con degli sconosciuti. Inaspettatamente questi dettagli ottenevano un discreto successo tra coloro che mi leggevano. A volte passavo giornate intere a bighellonare e a fare il nulla più assoluto, in serata trovavo modo di accedere a un pc, consultavo la mia casella di posta e mi trovavo una decina di mail in cui mi si chiedeva di raccontare la mia giornata.

Continua a leggere “Perché ho scritto un libro di viaggi?”

Massimo Zaina - Tutti i colori del mondo

MASSIMO ZAINA- Tutti i colori del mondo

Girando sui vari store on line in cerca di libri di viaggio di cui parlare, mi sono imbattuto in Tutti i colori del mondo del globetrotter friulano Massimo Zaina. Copertina intrigante e sottotitolo che non è passato inosservato: racconti di viaggio. Come ormai sa chi mi segue, io ho pubblicato un libro di viaggi, nel quale ho descritto le mie vicissitudini in giro per il mondo. Con la lucidità che mi è propria, pensavo che Massimo Zaina avesse fatto la stessa cosa e così ho comprato il suo libro.
Dico la verità: volevo valutare la concorrenza nell’ambito della letteratura di viaggio.

Continua a leggere “MASSIMO ZAINA- Tutti i colori del mondo”

Fabio Bertino e Roberta Melchiorre - Worldzapping - @photo credit Fabio Bertino

FABIO BERTINO – Worldzapping

Recensione di Worldzapping di Fabio Bertino.

Incredibilmente sono riuscito ad arrivare alla seconda puntata di questa rubrica di libri di viaggio. In sostanza significa che ho fatto il doppio di quanto avevo stimato. Non male.

Worldzapping non parla di un solo luogo, ma è una raccolta di racconti di viaggio, esperienze e incontri vissuti in prima persona.
Ci tenevo a parlarvene per diverse ragioni, la più importante delle quali è che Fabio Bertino e Roberta Melchiorre sono miei conterranei. Capirete quindi che scatta immediatamente la solidarietà tra piemontesi, la famosa bagna cauda connection.
Fatta questa serissima introduzione regionale, vi spiego perché, a parer mio, tra tanti libri di viaggio, questo libro merita di essere letto.

Worldzapping: copertina e titolo

Il titolo è assolutamente geniale: un neologismo che rende perfettamente chiari gli argomenti che verranno sviluppati.

Continua a leggere “FABIO BERTINO – Worldzapping”