3 giorni a Praga ai tre violini

3 giorni a Praga: consigli per una visita originale

Avete pianificato una visita di 3 giorni a Praga, ma non avete voglia di seguire i soliti itinerari turistici, triti e ritriti? Bene, allora questo post è perfetto per voi, perché vi fornirà un’idea davvero originale per visitare la capitale ceca.

3 giorni a Praga: un’idea diversa

Praga, da sempre sospesa tra gotico, barocco e modernità è, a tutti gli effetti, un vero museo a cielo aperto.

Nel corso di un weekend a Praga si possono visitare numerose attrazioni culturali: musei, abitazioni, chiese. Tuttavia c’è una forma d’arte altrettanto nobile, ma poco conosciuta, che merita d’essere presa in considerazione: le insegne e le decorazioni delle case. Si tratta di una raccolta di sublimi opere artistiche che possono essere apprezzate con una passeggiata negli stretti vicoli dei quartieri storici di Praga. E la visita, oltre all’indiscutibile valore artistico, ha anche un altro grandissimo pregio: è gratis!

3 giorni a Praga: la Città Vecchia

Fulcro indiscutibile di questo quartiere è la piazza della Città Vecchia (Staromětske náměstí), uno spazio urbano completamente pedonale letteralmente traboccante d’arte.

Proprio di fianco alla Chiesa di Santa Maria di Tyn, sorge la neorinascimentale Casa Štorch, ornata da un enorme dipinto del XIX secolo che ritrae San Venceslao a cavallo.

3 giorni a Praga Casa Storch
Piazza della Città Vecchia: Casa Storch

Due passi più in là si può ammirare l’ariete di pietra, uno dei più originali frontoni d’ingresso. Si tratta di una fanciulla accompagnata da un ariete con un corno solo e perciò molto simigliante a un unicorno. L’abitazione, infatti, è anche detta all’unicorno.

All'ariete di pietra
Piazza della Città Vecchia: all’Ariete

Passeggiando lungo le incantevoli viuzze che si snodano da Staromětske náměstí è possibile ammirare altri capolavori.

La via Celetná (Celetná Ulice) è una delle più antiche e prestigiose strade di Praga. Parte del percorso del corteo reale durante il processo di incoronazione, è sede di numerose abitazioni. Una delle più celebri è quella che si trova al numero 8, caratterizzata da una bella insegna barocca, rappresentante un sole nero. Nelle immediate vicinanze, precisamente ai numeri 2 e 3, il celebre scrittore Franz Kafka visse in diversi periodi della sua vita.

3 giorni a Praga al sole nero
Via Celetná: al sole nero

Kožná è una viuzza adiacente la piazza della Città Vecchia. Al numero 1 è possibile ammirare il portale più elegante del periodo rinascimentale di Praga.
La casa è il risultato dell’unione di due edifici del XVI secolo ed è stata abbellita  da un portale del 1590 sul quale si possono ammirare due orsi d’oro, circondati da ghirigori e foglie finemente scolpiti.

3 giorni a Praga ai due orsi
Praga: ai due orsi

Il quartiere ebraico

Da Staromětske náměstí con una passeggiata si può raggiungere il quartiere ebraico, più noto con il nome di Josefov. Date le malsane condizioni, all’inizio del XX secolo il quartiere venne letteralmente raso al suolo e ricostruito. Gli architetti praghesi ebbero così l’opportunità di sperimentare nuovi stili architettonici. La maggior parte degli edifici è stata eretta in stile Art Nouveau.

Art Nouveau
Via Kaprova: art nouveau

Tuttavia nella via Elišky Krásnohorské, al numero 7, si può ammirare un esempio di architettura cubista costituita da alcuni atlanti che sostengono i balconi.

Arte cubista a Praga
Quartiere Ebraico: arte cubista

3 giorni a Praga: il Piccolo Quartiere

Dall’altra parte della Moldava si sviluppa Malá Strana, il Piccolo Quartiere. Da qui una stretta e tortuosa stradina conduce fino al Castello. Si tratta di Nerudova Ulice, così chiamata in onore del poeta e scrittore Jan Neruda, che in questa parte della città ambientò numerosi racconti.

Fino al 1770 le case di Praga non erano identificate dai numeri civici, ma dalle insegne. Per qualche strana ragione, le insegne si sono conservate particolarmente bene in via Nerudova e percorrendola si possono ammirare le case intitolate All’aquila rossa (n. 6),  Al ferro di cavallo d’oro (n. 34), All’aragosta verde (n. 43) e Al cigno bianco (n. 49).

3 giorni a Praga via Nerudova
Via Nerudova: insegne

Tra tante insegne, meritano un’attenzione speciale quella chiamata Ai due soli (n.47) in quanto ex residenza dello stesso Jan Neruda e la splendida Ai tre violini (n. 12), antica residenza di liutai, oggi trasformata in ristorante.

Via Nerudova ai due soli
Via Nerudova: ai due soli

Weekend a Praga

Ti è piaciuto questo itinerario? Sperò di sì, perché qui ce n’è un altro bello pronto per te: Praga e Kafka. In effetti 3 giorni a Praga sono davvero pochi…

Troppi itinerari? Bene, allora eccoti un elenco di luoghi dove rilassarsi a Praga, magari bevendosi una buona birra mentre si legge uno dei numerosi libri su Praga.

Per altre idee di viaggio, consulta il seguente link: travel blog.

 

 

dove rilassarsi a praga

Dove rilassarsi a Praga

La capitale ceca è da decenni una meta imperdibile per trascorrere un weekend in Europa, ma dove rilassarsi a Praga quando non se ne può più di girare in lungo e in largo?

Rilassarsi a Praga

Già, perché non facciamo finta di non saperlo: dopo aver trascorso una giornata a trottare come Varenne, c’è bisogno anche di un momento di pausa, nel quale sedersi su una panchina, allungare le gambe e bersi una birra.
Praga letteralmente pullula di parchi, cosa alla quale non farete minimamente caso a meno che non abbiate dei figli piccoli come il sottoscritto. Se proprio non avete voglia di fermarvi in un giardinetto pieno di bambini ululanti (vi capisco, credetemi, VI CAPISCO!), ecco almeno tre ottimi posti nei quali trovare un po’ di pace e silenzio.

Continua a leggere “Dove rilassarsi a Praga”

visitare i Sassi di Matera

Visitare i Sassi di Matera

Perché visitare i Sassi di Matera? In questo post potrete trovare utili consigli per pianificare un weekend a Matera, la capitale europea della cultura per il 2019.

visitare i Sassi di Matera
Matera: Sasso Caveoso

Come arrivare a Matera

Per chi proviene dal nord Italia raggiungere Matera non è facilissimo. Gli aeroporti più vicini sono in Puglia, a  Bari e Brindisi. Io ci sono arrivato da Brindisi, sfruttando un conveniente volo low cost proveniente da Milano. Scelta strategica perché, con alcuni giorni a disposizione, è possibile visitare anche parte della Puglia. Per ulteriori informazioni, puoi consultare i seguenti post:

Cosa vedere a Brindisi
Weekend a Lecce

Nell’aeroporto di Brindisi ci sono numerose compagnie di autonoleggio. Io mi sono affidato a Joyrent. Servizio soddisfacente e prezzi in linea con il mercato.

Continua a leggere “Visitare i Sassi di Matera”

sciare sul Gran San Bernardo

Sciare sul Gran San Bernardo

Per un torinese appassionato di montagna, sciare sul Gran San Bernardo è un’esperienza da vivere a tutti i costi.

La valle d’Aosta è giustamente conosciuta in tutta Italia per le sue famose stazioni sciistiche: Breuil-Cervinia, Courmayeur, La Thuile e il comprensorio del Monte Rosa che include Gressoney, Champoluc, Antagnod e la località piemontese di Alagna Valsesia.

Tuttavia negli ultimi tempi questi grandi comprensori tendono a essere eccessivamente affollati, aspetto che va a cozzare con la mia acuta sindrome di socialità selettiva.

Sempre più spesso tendo a prediligere le piccole stazioni, dove l’ambiente è più “intimo” e le poche piste che ci sono, vengono trattate con una passione quasi artigianale.

Continua a leggere “Sciare sul Gran San Bernardo”

weekend a lecce

Weekend a Lecce

Il mio weekend a Lecce deve essere contestualizzato in un viaggio molto più ampio:  Puglia on the road. Ho girato buona parte del Salento, con un breve e prezioso sconfinamento in Basilicata, per vedere Matera.

Negli ultimi anni, la Puglia si è trasformata in una meta molto gettonata dal turismo. In modo particolare, Lecce è assurta a destinazione privilegiata per le vacanze. La cosa si spiega facilmente: città barocca, spiagge vicine (San Cataldo dista appena sedici chilometri) e in posizione strategica per visitare molte località nei dintorni. Un weekend a Lecce è un ottimo modo per prendere confidenza con questa estrema propaggine d’Italia.

Di seguito alcune informazioni pratiche per trascorrere un weekend a Lecce e nel Salento.

Continua a leggere “Weekend a Lecce”

Cosa vedere a Brindisi

Cosa vedere a Brindisi

Cosa vedere a Brindisi? Questa città del Salento viene sempre trascurata dai viaggiatori, tutti impegnati a raggiungere Lecce e le spiagge di Gallipoli. Brindisi è vista più che altro come un luogo di transito dal quale andarsene il prima possibile.

In realtà Brindisi ha un’origine molto antica e il suo centro storico merita almeno una giornata o addirittura un intero weekend di visite.

In epoca romana Brindisi era uno scalo importantissimo per tutte le missioni commerciali dirette a oriente e venne collegata alla stessa Roma dalla celeberrima via Appia. Alcuni tratti di questa importante arteria storica sono tuttora percorribili.

Cosa vedere nel centro di Brindisi

Il centro di questa importante città della Puglia è un continuo susseguirsi di edifici religiosi in stile romanico, tra i quali spicca la Cattedrale. Si tratta di una costruzione con ben nove secoli di vita sulle spalle. Al suo interno si sono svolti numerosi eventi di importanza storica. Il più importante fu sicuramente il matrimonio tra l’Imperatore Federico II, lo Stupor Mundi nipote del Barbarossa, e la regina di Gerusalemme, Jolanda.

Della Cattedrale originale oggi è rimasto poco a causa dei gravi danni riportati nel corso del terremoto del 1743, ma alcuni tratti dei mosaici originali possono ancora essere oggetto di contemplazione.

Cosa vedere a Brindisi
Duomo di Brindisi

Continua a leggere “Cosa vedere a Brindisi”

Visitare Lubiana: il Triplo Ponte

Visitare Lubiana: due giorni nella capitale della Slovenia

Se siete in cerca di un weekend lungo e pieno di cose da fare, visitare Lubiana può essere la soluzione ideale. In un precedente post (4 giorni in Slovenia) ho descritto quello che si può vedere nelle immediate vicinanze di Lubiana. Oggi vi darò alcune dritte sull’interessante offerta turistica da una delle più piccole capitali d’Europa.

Visitare Lubiana: scorcio del centro storico
Scorcio del centro storico di Lubiana

Visitare Lubiana: il primo impatto

All’occhio di chi la visita per la prima volta, Lubiana si presenta subito in tutto il suo splendore. Centinaia di facciate barocche e art nouveau incorniciano un suggestivo labirinto di strade e piazzette. La pedonalizzazione del centro storico è aumentata a dismisura negli ultimi anni, tanto da consegnare alla piccola capitale della Slovenia il titolo di European Green Capital 2016. Il viaggiatore odierno che decide di visitare Lubiana, può godere di lunghe passeggiate in tutto il centro città e in particolare lungo la Ljubljanica, il fiume che l’attraversa.

Continua a leggere “Visitare Lubiana: due giorni nella capitale della Slovenia”

4 giorni in Slovenia

4 giorni in Slovenia: itinerario on the road

Da un po’ di tempo mi solleticava l’idea di trascorrere 4 giorni in Slovenia. La Slovenia è uno di quei paesi che solitamente non metto tra i Travel dreams. Tuttavia quest’estate, di ritorno dalla Croazia, ho pensato di fermarmi 4 giorni in Slovenia per visitare Lubiana e i dintorni. Di seguito potete trovare le indicazioni per un piccolo itinerario on the road e alcuni consigli utili per rendere il piacevole il vostro weekend in questo tranquillo angolo d’Europa.

4 GIORNI IN SLOVENIA: ITINERARIO

Al momento di decidere l’itinerario ho deciso di fare base a Lubiana e di muovermi in auto per raggiungere destinazioni non troppo lontane della Slovenia centrale. Muovendosi verso nord, si può vedere il meraviglioso lago di Bled. Spostandosi verso sud, invece, non si possono perdere le celeberrime grotte di Postumia.

Continua a leggere “4 giorni in Slovenia: itinerario on the road”

Weekend culturale a Trieste

Weekend culturale a Trieste

So che dovrei vergognarmene, ma fino a luglio non avevo mai trascorso un weekend culturale a Trieste. La posizione “defilata” della città non mi aiutava. Così, lungo la strada per la Croazia, ho deciso di fermarmici per un weekend e visitarla con attenzione.

Trieste è da secoli un crocevia che mette in contatto l’Europa Occidentale e quella Orientale ed è stata per lungo tempo uno dei centri nevralgici dell’Impero Austroungarico. Come conseguenza, questo lembo d’Italia, è divenuto un vero crogiolo di popoli e culture, capace di accogliere elementi mediterranei e mitteleuropei. Questo mélange culturale ha conferito a Trieste un fascino da terra di frontiera che, nel corso del tempo, ha stregato numerosi personaggi della letteratura e della storia europea.

Un weekend culturale a Trieste, alla ricerca dei suoi tesori, è quasi un obbligo per chiunque si trovi a transitare in questa parte del Friuli Venezia Giulia.

Continua a leggere “Weekend culturale a Trieste”

Cosa fare ad Asti: casa Alfieri

Cosa fare ad Asti

Cosa fare ad Asti? Si sa: sono di Torino e amo la mia città. Tuttavia, per una serie di ragioni, da un paio d’anni mi sono trasferito ad Asti.
Asti è rimasta abbastanza estranea al turismo, schiacciata tra Torino e le Langhe. Eppure si tratta di una cittadina assai interessante, di origine romana, con un passato glorioso risalente al Medioevo, epoca nel quale il borgo assunse la sua conformazione originaria.

Eventi importanti ad Asti

A livello folcloristico siamo di fronte a uno dei panorami più affascinanti d’Italia. Celeberrimo è il suo Palio Storico, risalente al XIII secolo e corso quasi ininterrottamente fino a oggi. Tradizionalmente il Palio si corre la terza domenica di settembre, ma dal 2018 è stato anticipato alla prima. Il Palio è solo il culmine di una festa molto più ampia e articolata, che prevede una serie di attività collaterali:

  • il Palio degli Scudieri, per favorire un ricambio generazionale dei fantini le cene propiziatrici tenute dai vari borghi (sabato sera)
  • il corteo storico che attraversa la città poche ore prima della partenza (domenica mattina)

Oltre al Palio ci sono altre manifestazioni degne di nota:

Continua a leggere “Cosa fare ad Asti”