Visitare Dachau da Monaco

Chi  si trova in vacanza in Baviera dovrebbe prendere in considerazione l’idea di visitare Dachau da Monaco.

Sebbene meno conosciuto di Auschwitz, Dachau ebbe un peso specifico addirittura maggiore in quello che fu uno dei crimini più aberranti del XX secolo. Il campo di concentramento di Dachau, infatti, fu in assoluto il primo lager nazista, aperto nel 1933 su iniziativa di Heinrich Himmler.

Dachau costituì il modello su cui vennero fondati tutti i campi di concentramento, di lavoro forzato e di sterminio e divenne la scuola di formazione delle SS, che poi esportarono negli altri lager il terrore senza pietà del nazismo.

Visitare Dachau da Monaco

Una visita a questo luogo, quindi, è imprescindibile per comprendere il passato, ma è anche un pugno nello stomaco per la durezza delle immagini. Questo post raccoglie una serie di utili informazioni per visitarlo in autonomia partendo da Monaco di Baviera.

Storia del campo di concentramento di Dachau

Il campo di concentramento di Dachau fu aperto nel marzo 1933, un mese dopo la salita al potere di Hitler. Il lager venne istituito sul sito di una vecchia fabbrica di munizioni in disuso. Abbattuti i locali e ampliati gli spazi, Dachau raggiunse le dimensioni attuali: un rettangolo di trecento metri per seicento.

Nel 1935 il campo di concentramento di Dachau acquisì legittimità giuridica e divenne il luogo di reclusione per tutte le tipologie di personaggi considerati deviati dall’ortodossia nazista: emigrati, senzatetto, zingari, omosessuali. Successivamente, in seguito a nuovi lavori di ampliamento, a Dachau vennero internati oppositori politici e prigionieri polacchi.

Dachau Baracche Prigionieri

Nel 1940 venne installato il primo forno crematorio e a partire dall’anno successivo cominciarono le prime uccisioni di massa, principalmente uomini e donne appartenenti a etnie “inferiori”: slavi, zingari ed ebrei.

Il campo rimase operativo fino al 1945, per tutti i dodici anni del regime nazista. Secondo stime ufficiali, per il campo transitarono circa duecentomila persone, delle quali più di quarantamila persero la vita.

Come raggiungere Dachau da Monaco

Dachau si trova a circa trenta chilometri da Monaco di Baviera, nel sud della Germania. La maggior parte delle persone raggiungono il campo con un’escursione di una giornata da Monaco.

Come arrivare a Dachau in macchina

Chi si muove con il proprio mezzo, deve mettere in conto circa 30 minuti per raggiungere Dachau da Monaco di Baviera. Di seguito puoi vedere una mappa del percorso.

Raggiungere Dachau da Monaco

Nelle vicinanze (Alte Römerstraße 73) c’è un parcheggio a pagamento, la cui tariffa è di tre euro.

Come arrivare a Dachau con i mezzi pubblici

Raggiungere Dachau con i mezzi pubblici è molto semplice. Bisogna prendere il treno S2 in direzione Dachau/Petershausen. Successivamente, dalla stazione di Dachau si può prendere il bus 726 diretto a Saubachsiedlung e scendere alla fermata KZ-Gedenkstätte.

Per ulteriori informazioni sui mezzi pubblici, la cosa migliore è consultare i siti ufficiali delle aziende di trasporto:

MVV München (sito in inglese)

Deutsche Bahn (sito in italiano)

Come visitare il campo di Dachau

Ci sono diverse modalità per visitare il campo di concentramento di Dachau (KZ Gedenkstätte).

Visitare Campo Concentramento Dachau

Visite individuali

La più semplice, ma anche la meno adatta, è accedere al sito in totale autonomia. L’ingresso è gratuito in quanto il luogo è considerato un monumento. È chiaro che una visita del genere lascerebbe veramente poco e, quindi, è sconsigliabile.

Una prima alternativa è l’affitto di un’audioguida al prezzo di 4 euro più deposito cauzionale che verrà restituito al momento della consegna.

Visite guidate

Di livello decisamente superiore sono le visite guidate, grazie alle quali si possono cogliere meglio tutti i particolari, inclusi quelli non esposti. In luogo come questo non basta solo vedere, ma è fondamentale comprendere e una visita guidata è il modo migliore per farlo. Le visite guidate hanno la durata di circa due ore e mezza, sono rivolte a un pubblico di massimo quindici persone e costano sei euro a testa. Tuttavia è necessario prenotare con largo anticipo, in modo da permettere al personale di Dachau di organizzare al meglio la visita.

Visitare Dachau da Monaco Memoriale

Visite digitali

Visti i recenti problemi legati alla pandemia CoVid-19, il personale di Dachau ha messo a disposizione di chi è interessato l’opportunità di effettuare visite virtuali del campo di concentramento. Tra le varie possibilità ci sono dirette sulla pagina Facebook del Memoriale di Dachau, video sul canale ufficiale Youtube, testimonianze e messaggi sulla pagina web.

Al link seguente puoi trovare tutte le informazioni utili per visitare Dachau da Monaco.

KZ Gedenkstatte Dachau (sito in italiano)

Visitare Dachau da Monaco: regolamento

Potrà sembrare banale dirlo, ma è fondamentale rispettare le regole. Il memoriale serve a commemorare le oltre quarantamila persone che qui hanno trovato la morte. Si tratta a tutti gli effetti di un cimitero e di un luogo di dolore, per cui è necessario tenere dei comportamenti adeguati.

Nel link seguente puoi trovare il regolamento.

Visitare Dachau da Monaco: consigli

Indossare scarpe comode. C’è molto da camminare e il terreno del campo è sconnesso.

Portare dell’acqua. Vicino alla biglietteria c’è un piccolo bar, ma ovviamente i costi sono piuttosto elevati.

La visita dei campi è sconsigliata ai bambini sotto i dodici anni.

Fare una visita guidata, per comprendere meglio l’enorme tragedia che si è compiuta in questo luogo.

Consigli Visita Dachau

Libri su Dachau

Dachau Libro Sopravvissuto

Di là da quel cancello – Giovanni Melodia: La testimonianza diretta di chi ha trascorso alcuni anni a Dachau. In quel contesto, gli italiani vivevano una situazione peggiore degli altri, schiacciati tra i nazisti, che li consideravano traditori, e i compagni di prigionia, provenienti da nazioni in guerra con l’Italia fascista.

Wachsmann Storia Lager

Storia dei campi di concentramento nazisti – Nikolaus Wachsmann: Nel 1933 Himmler, capo della polizia di Monaco, annunciò di aver scelto una fabbrica in disuso nei pressi di Dachau per farne un campo di concentramento per prigionieri politici. Da quel momento il sistema dei campi di concentramento crebbe fino a comprenderne 22 principali e 1200 satelliti sparsi in Europa. La storia del grande terrore nazista.

Mary Chamberlain Dachau

La sarta di Dachau – Mary Chamberlain: Un romanzo ambientato nel corso della seconda guerra mondiale. Una storia originale che si svolge sullo sfondo del campo di Dachau.

Leggi anche

Se ti trovi a Monaco di Baviera, potresti essere interessato a leggere questi articoli.

3 giorni a Monaco di BavieraCosa fare a Monaco di Baviera in tre giorni se non ci sei mai stato prima. Cosa vedere, dove mangiare, in quali birrerie rilassarsi. Un city break di valore assoluto.

Visita al castello di Neuschwanstein – Il castello delle fiabe, riprodotto anche sul logo della Disney. Un luogo magico, frutto dell’immaginazione visionaria de Re Ludovico di Baviera. Informazioni e consigli utili per organizzare una visita.

Germania on the road – Dalla Baviera alla Selva Nera, dalla Franconia alla Romantische-Strasse. Centinaia di luoghi meravigliosi da vivere e vedere nella Germania del sud.

Prima di andartene…

Ho impiegato diverse ore per scrivere questo articolo e spero che ti sia stato utile per comprendere come visitare Dachau da Monaco. Prima di andartene, potresti lasciarmi un piccolo commento oppure condividerlo sui social?

E a proposito di social network, passa a trovarmi su Facebook o Instagram.

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.